Sul surriscaldamento del nostro Pianeta

È un dato ormai da tutti accettato che la temperatura media del nostro pianeta sia aumentata in questi ultimi decenni e che il surriscaldamento sia un fenomeno inarrestabile. Le previsioni infatti ci dicono che la temperatura media aumenterà ancora nei prossimi decenni, col conseguente scioglimento dei ghiacciai e con l’aumento del livello dei mari e la scomparsa di molte zone costiere. La cosa è grave … Continua a leggere Sul surriscaldamento del nostro Pianeta

Alberto Borello intellettuale poliedrico

Alberto Borello (Vibo Valentia, 1941 – Viareggio, 2012) è stato un poliedrico intellettuale. Scrittore, pittore, fotografo, antropologo, storico, è autore di racconti e di numerose pubblicazioni sulla storia locale e sulle tradizioni popolari calabresi. Come poeta, ha pubblicato su varie riviste e giornali numerose liriche. Non esiste a tutt’oggi una edizione definitiva delle sue poesie, una parte delle quali si trova nel volume “Vibo Valentia, … Continua a leggere Alberto Borello intellettuale poliedrico

L’universo poetico di Pippo Prestia

L’universo poetico di Pippo Prestia, come appare dalle sue due raccolte di liriche “La lumaricchia” del 1978 e “Palumbeja” del 1990, ora riunite nella silloge “Com’a ntisi v’a dissi! Poesie in vernacolo” (Vibo Valentia, Monteleone, 2013), prende le mosse dal racconto delle semplici cose, delle tradizioni, dei costumi e degli eventi come li sente e li vive l’animo popolare. Ma il suo canto si fa … Continua a leggere L’universo poetico di Pippo Prestia

Il dialetto una lingua da salvare

Si può senz’altro affermare che il dialetto o, meglio, i dialetti siano il risultato di un lento processo di trasformazione e di semplificazione del latino; non del latino letterario (o classico) parlato dalle classi colte, ma di quello parlato dal popolo e perciò detto rusticus o vulgaris: una lingua che si era diffusa in tutta la penisola in parallelo con l’espansione e la conquista di … Continua a leggere Il dialetto una lingua da salvare

Il “Risveglio” di Virgilio Ariotta

Virgilio Ariotta è nato a Mileto nel 1935 ed è morto a Vibo Valentia nel 2008. È stato per molti anni insegnante di Educazione Fisica negli Istituti superiori ed è autore di una raccolta di liriche, dal titolo “Risveglio” (Vibo Valentia, Mapograf, 1990), al centro delle quali aleggia il respiro della Natura e della vita, la passione per l’uomo, il rispetto per il lavoro degli … Continua a leggere Il “Risveglio” di Virgilio Ariotta

La poesia di Rosetta Lombardi Comite

Al centro del mondo poetico di Rosetta Lombardi Comite e delle sue due raccolte di liriche “Gralimi, arrisi e…canti” del 1987 e “Non di pozzu cchiù” del 1990, c’è soprattutto l’amore per la propria terra, per i numerosi paesi calabresi, “trisori sparsi ‘nta terri sperduti”, “perli ammucchiati”, dove tutti si conoscono fin dalla nascita e tutti si ritrovano insieme nei momenti di gioia e in … Continua a leggere La poesia di Rosetta Lombardi Comite

Una breve nota sulla “debolezza” di Antonio Jerocades

Antonio Jerocades (1738-1803) è, tra gli intellettuali calabresi del ‘700, una delle voci più alte, per ingegno, fervore e vastità di interessi culturali. Vito Capialbi ricorda il suo “genio svariato, vasto e stravagante”. È autore di numerose opere, tra le quali ricordo il “Saggio dell’umano sapere” (1768), “La lira focense” (1775), “Esopo alla moda, ovvero le favole di Fedro” (1777), “Le Odi di Pindaro” tradotte … Continua a leggere Una breve nota sulla “debolezza” di Antonio Jerocades

Dante poeta universale

Con questo articolo spero di riuscire a dare un’idea della grandezza di Dante, nel settecentenario della sua morte avvenuta a Ravenna, a 56 anni, fra il 13 e il 14 settembre del 1321. Con Dante scompariva uno dei grandi della letteratura mondiale, un poeta universale ed attualissimo per l’ampiezza e la varietà dei temi trattati, ma soprattutto per la forza del messaggio che ha lasciato … Continua a leggere Dante poeta universale

“Il Capitano” di Giuseppe Ungaretti

Al centro della travagliata esistenza di Giuseppe Ungaretti c’è la ricerca inquieta di una terra “promessa” e di un approdo a cui ancorare la sua condizione di “uomo di pena” e di “girovago”, sempre “pronto a tutte le partenze” e sempre in cerca di un “paese innocente” ove superare la sua angosciosa solitudine e “godere un solo minuto di vita iniziale”. Il suo peregrinare ha … Continua a leggere “Il Capitano” di Giuseppe Ungaretti

In ricordo di Felice Muscaglione

Con i suoi due volumi sui caduti della Grande Guerra (Eroi 1915-1918, Vibo Valentia, Europa 3, 2000; Eroi: Vibonesi in trincea, 1915-1918, Vibo Valentia, Mapograf, 2004), Felice Muscaglione mette a disposizione di un vasto pubblico le biografie di tantissimi eroi (molti dei quali non hanno avuto la fortuna di fare ritorno alle loro case) rimasti sconosciuti e dimenticati per lungo tempo e portati alla luce … Continua a leggere In ricordo di Felice Muscaglione

A tavola con Alberto

Viaggiare significava per me e per Alberto non solo acquisire una migliore conoscenza della realtà esterna, ma anche, e soprattutto, arricchire il nostro mondo interiore attraverso l’incontro e il confronto con gli altri. Questo mettere a nudo le proprie debolezze e i propri limiti e questo mettersi in discussione attraverso il dialogo era, in sostanza, un modo per rafforzare la nostra personalità e ampliare il … Continua a leggere A tavola con Alberto